I Relatori di Curiosamente

RITUALI PER SOPRAVVIVERE

Antonio Malgaroli, Dirige il Centro Universitario per lo studio della Comunicazione e del Comportamentopresso l’Università Vita-Salute San Raffaele (UniSR).

Laureato in Medicina e Chirurgia all’Università degli Studi di Milano si è poi specializzato nella stessa Università in Psichiatria. È Professore Ordinario presso l’Università Vita-Salute San Raffaele (UniSR), oltre che in questa Università insegna anche presso l’Università della Svizzera Italiana (USI) di Lugano e presso il Politecnico di Milano. Fin dal suo periodo di Post-Dottorato presso l’Università di Stanford U.S.A. si è sempre occupato dei meccanismi di plasticità dei circuiti sinaptici fornendo importanti contributi sui meccanismi generativi e di modulazione di questi processi. Nel corso della sua carriera ha sviluppato molteplici metodiche innovative, sia elettrofisiologiche che di imaging ottico, per lo studio quantitativo dei circuiti sinaptici e delle loro modifiche. È membro dell’Organizzazione Europea per la ricerca scientifica EMBO. Dirige il Centro Universitario UniSR per lo studio della Comunicazione e del Comportamento. Per quanto riguarda l’attività clinica, si occupa di varie forme di dipendenze, sia da sostanze che comportamentali, del disturbo ossessivo-compulsivo e della Sindrome di Tourette. È membro del comitato scientifico dell’Associazione Italiana Tourette (AIST).

Ferruccio Marcoli, presidente della Fondazione Istituto Ricerche di Gruppo (IRG).

Laureato in psicopedagogia e in filosofia, psicoterapeuta e socianalista ha fondato l’Istituto ricerche di gruppo di Lugano di cui presiede attaulmente il Consiglio di Fondazione, è inoltre Presidente onorario dell’Associazione di Psicologia Generativa della Svizzera Italiana (APGSI). Ideatore del metodo “fare storie” ha scritto, oltre a diversi saggi, i libri Wilfred R. Bion e le esperienze nei gruppi, Armando Roma, 1988; Il pensiero affettivo, Red Como, 1997; Bello è il brutto, brutto il bello, Edizioni IRG Lugano, 2004, 2010; L’individuo eccezionale, Edizioni IRG Lugano, 2010; Il pensiero affettivo, Edizioni IRG Lugano, 2013

NUOVE DIPENDENZE, NUOVE TERAPIE

Mirko Steiner, direttore del centro terapeutico Villa Argentina.

Psicologo e psicoterapeuta FSP, si specializza nel campo della tossicodipendenza. Ha un’esperienza decennale in psichiatria ambulatoriale e in un ospedale psichiatrico.

Da 25 anni dirige il Centro terapeutico Villa Argentina, che “accoglie un’utenza maggiorenne ed eterogenea con problemi di dipendenza da sostanze legali o illegali e con problematiche di doppia diagnosi. Vengono inoltre seguite persone che presentano patologie legate a disagi e sofferenze psichiche o a disturbi alimentari.”

Oltre alla sua funzione di direttore del centro, si dedica a consulenze individuali in qualità di psicoterapeuta, ed è docente della scuola sanitaria e della Supsi. È da 12 anni membro della Commissione Esperti del CdS.

Luigi Gallimberti, professore all’Università di Padova, autore con Antonello Bonci di Come sconfiggere la cocaina(edizioni Rizzoli Mondadori).

Medico psichiatra, tossicologo clinico, psicoterapeuta ad indirizzo psicoanalitico, ha lavorato intensamente sia in campo clinico sia di ricerca. Da sempre convinto che l’addiction fosse originata da una disfunzione neurologica e da una mentale tra loro integrate è riuscito a dimostrare la validità di tale ipotesi solo negli anni recenti. La vera “rivoluzione”, infatti, è avvenuta con l’impiego della stimolazione magnetica transcranica ripetitiva nel trattamento della dipendenza da cocaina. Partendo dagli studi di Karl Deisserroth e Antonello Bonci ha replicato con successo sugli umani quello che, scientificamente, era stato sperimentato nei ratti. In veste di ricercatore ha lavorato presso l’IRCCS San Camillo di Venezia e l’Università di Padova, collabora con il National Institute on Drug Abuse (NIDA) di Bethesda-Washington, con la Feinberg School of Medicine-Northwestern University di Chicago e con il National Institute of Health (NIH) americano in un promettente progetto di ricerca sul trattamento della dipendenza da cocaina.

SCINTILLE DI PAZZIA


Antonio Malgaroli, Dirige il Centro Universitario per lo studio della Comunicazione e del Comportamentopresso l’Università Vita-Salute San Raffaele (UniSR).

Laureato in Medicina e Chirurgia all’Università degli Studi di Milano si è poi specializzato nella stessa Università in Psichiatria. È Professore Ordinario presso l’Università Vita-Salute San Raffaele (UniSR), oltre che in questa Università insegna anche presso l’Università della Svizzera Italiana (USI) di Lugano e presso il Politecnico di Milano. Fin dal suo periodo di Post-Dottorato presso l’Università di Stanford U.S.A. si è sempre occupato dei meccanismi di plasticità dei circuiti sinaptici fornendo importanti contributi sui meccanismi generativi e di modulazione di questi processi. Nel corso della sua carriera ha sviluppato molteplici metodiche innovative, sia elettrofisiologiche che di imaging ottico, per lo studio quantitativo dei circuiti sinaptici e delle loro modifiche. È membro dell’Organizzazione Europea per la ricerca scientifica EMBO. Dirige il Centro Universitario UniSR per lo studio della Comunicazione e del Comportamento. Per quanto riguarda l’attività clinica, si occupa di varie forme di dipendenze, sia da sostanze che comportamentali, del disturbo ossessivo-compulsivo e della Sindrome di Tourette. È membro del comitato scientifico dell’Associazione Italiana Tourette (AIST).

 

Michele Mattia, presidente dell’ASI-ADOC (Associazione della Svizzera Italiana per l’Ansia, la depressione e i disturbi ossessivi compulsivi).

Psichiatra e psicoterapeuta attivo in Ticino, si occupa prevalentemente di disturbi ansiosi (attacchi di panico, fobie, ansia generalizzata, disturbi ossessivi-compulsivi, ecc..), disturbi depressivi, psicosomatica, disturbi somatoformi, psichiatria culturale, terapia della famiglia e sistemica individuale e sindrome da iperattività e deficit dell’attenzione nell’adulto (ADHD). È stato anche docente di corsi di formazione presso la Scuola di Psichiatria Sociale del Canton Ticino.