Stefano Pasta

Condividi

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Stefano Pasta, ricercatore presso il Dipartimento di Pedagogia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, fa parte del Centro di Ricerca sull’Educazione ai Media, all’Innovazione e alla Tecnologia. Si occupa di contrasto alle diverse forme di odio e razzismo, questioni educative legate ai flussi migratori, seconde generazioni, rom e sinti e didattica della Shoah. Con la monografiaRazzismi 2.0. Analisi socio-educativa dell’odio online ha vinto il Premio Italiano di Pedagogia 2019.

Ha partecipato a

  • NOI vs LORO: il cervello razzista 

Debora Nozza

Condividi

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Debora Nozza, Computer scientist e assistant professor presso l’Università Bocconi. I suoi interessi di ricerca si concentrano principalmente su natural language processing, sulla rilevazione e contrasto del discorso di odio, sui bias degli algoritmi discriminatori e sui social media. È stata una degli organizzatori dell’HatEval Task 5 e SemEval 2019 sulla rilevazione multilingue dei discorsi d’odio contro gli immigrati e le donne su Twitter.

Ha partecipato a

Luca Jourdan

Condividi

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Luca Jourdan, professore ordinario presso l’Università di Bologna, insegna Antropologia Sociale e Antropologia Politica. È membro della Missione etnologica italiana in Africa Equatoriale, attualmente conduce una ricerca in Uganda sui rifugiati eritrei nella capitale Kampala e sul conflitto fra governo centrale e regni tradizionali nel distretto di Kasese. Nel 2021, ha pubblicato Parlare d’Africa, 50 parole chiave.

Ha partecipato a

Antonella Santuccione Chada

Condividi

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Antonella Santuccione Chada, neuroscienziata, medico specializzata in patologia clinica, oggi vive e lavora a Zurigo. Nel 2016 ha co-fondato e svolge il ruolo di CEO per l’organizzazione no-profit “Women’s Brain Project”, che si occupa dell’influenza del sesso e del genere sulle malattie mentali e cerebrali. Nel 2021 è stata riconosciuta tra le Donne per l’innovazione in Svizzera dall’Università di Basilea, è la Vice-presidente di Euresearch e opera come consulente scientifico per diverse start-up e istituzioni scientifiche.

Ha partecipato a

Federico Faloppa

Condividi

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Federico Faloppa Insegna Storia della lingua italiana e Sociolinguistica nel Dipartimento di Lingue moderne dell’Università di Reading (UK). Impegnato particolarmente nello studio degli stereotipi etnici e della costruzione linguistica della diversità, ha pubblicato; Lessico e alterità. La formulazione del diverso (2000), Parole contro. La rappresentazione del diverso nella lingua italiana e nei dialetti (2004), Razzisti a parole (per tacer dei fatti) (2011), Sbiancare un etiope. La pelle cangiante di un tòpos antico (2013).

Ha partecipato a

Gadi Luzzatto Voghera

Condividi

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Luzzatto Voghera, storico e direttore della Fondazione centro di documentazione ebraica contemporanea (CDEC, Milano). Laureato in storia all’Università Ca’ Foscari di Venezia nel 1989, ha conseguito il dottorato presso la Scuola Superiore di Studi Storici dell’Università di San Marino con uno studio sull’emancipazione degli ebrei in Italia. È stato il direttore scientifico della Biblioteca e dell’Archivio della Comunità Ebraica di Venezia.

Ha partecipato a

  • NOI vs LORO: il cervello razzista 

Laura Bertini Soldà

Condividi

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Antropologa con un dottorato di ricerca in Scienze umane e sociali presso l’Università di Neuchâtel (2014), è docente e ricercatrice presso il Dipartimento Economia Ambiente, Salute e Società (DEASS) della SUPSI oltre ad essere responsabile del Centro di documentazione e ricerca sulle migrazioni (SUPSI DEASS).

Ha partecipato a

Giacomo Rizzolatti

Condividi

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Giacomo Rizzolatti è un neuroscienziato laureato in Medicina e Chirurgia all’Università di Padova dove ha anche conseguito la specializzazione in Neurologia. Ha coordinato il gruppo che nel 1992 ha scoperto l’esistenza dei neuroni specchio, ponendo le basi fisiologiche dell’empatia. Nato a Kiev nel 1937, rimpatriato con la famiglia, a causa delle persecuzioni staliniste verso gli ebrei. È stato professore di Fisiologia umana presso l’Università di Parma, dove oggi è professore emerito. È stato presidente della European Brain Behavior Society e membro delle più importanti istituzioni scientifiche: Accademia Nazionale dei Lincei, American Academy of Arts and Sciences, Académie des sciences dell’Institut de France e della Royal Society. Fra i suoi libri, segnaliamo So quel che fai. Il cervello che agisce e i neuroni specchio (con Corrado Sinigaglia, 2023), e In te mi specchio. Per una scienza dell’empatia (con Antonio Gnoli, 2018).

Ha partecipato a

Federica Frediani

Condividi

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Collaboratrice scientifica e docente presso l’Università della Svizzera italiana, è capo-progetto del Middle East Mediterranean Summer Summit. Ha conseguito un dottorato di ricerca in letteratura comparata dall’Università di Siena. I suoi interessi di ricerca si basano principalmente su rappresentazioni, produzioni culturali e dinamiche politiche e interculturali della regione del Medio Oriente Mediterraneo. Ha pubblicato libri e articoli sulla letteratura di viaggio, sulle rappresentazioni e sui rapporti tra la sponda settentrionale e la sponda meridionale del Mediterraneo.

Ha partecipato a

Guido Barbujani

Condividi

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Genetista e saggista. Ha lavorato nelle Università di Padova, Bologna, State of New York a Stony Brook e Londra. Attualmente insegna Genetica all’Università di Ferrara. Tra i suoi libri, Questione di razza (2003), Gli africani siamo noi (2016), Contro il razzismo (2016) e Soggetti smarriti. Storie di incontri e spaesamenti (2022).

Ha partecipato a